La storia di Santa Caterina d’Alessandria, morta a soli 18 anni, viene descritta come una bellissima fanciulla figlia di un re ed istruita sin da piccola alle arti liberali.
Nel 305 un imperatore romano tenne grandi festeggiamenti in proprio onore ad Alessandria, Caterina si presentò a palazzo nel bel mezzo dei festeggiamenti, nel corso dei quali si celebravano riti pagani con sacrifici di animali.
Caterina rifiutò i sacrifici e chiese all'imperatore di riconoscere Gesù Cristo come redentore dell'umanità, argomentando il suo invito con profondità filosofica.
L'imperatore fu colpito sia dalla bellezza, che dalla cultura della giovane nobile e convocò un gruppo di retori affinché la convincessero a onorare gli dei pagani e la chiese in sposa.
I retori non solo non riuscirono a convertirla, ma essi stessi, per l'eloquenza di Caterina, furono convertiti al Cristianesimo.
L'imperatore ordinò la condanna a morte dei retori e dopo l'ennesimo rifiuto di Caterina la condannò a morire con il supplizio della ruota dentata.

Tuttavia, lo strumento di tortura si ruppe e l'imperatore fu obbligato a far decapitare Caterina, dalla quale invece di sangue sgorgò latte, simbolo della sua purezza.


La delicatezza di questa statua antica è davvero ammirevole, la finezza dei lineamenti di Santa Caterina e la precisione dei dettagli floreali sulle sue vesti ci fanno capire l'alta capacità artistica di chi l'ha realizzata. L'opera risalente al XVIII ca. si presenta in un ottimo stato di conservazione e con'uneccezionale tenuta delle pigmentazioni originali.

Scultura di Santa Caterina

€ 2.900,00Prezzo
  • Specifiche

    Datazione: XVIII ca
    Dimensioni: H: 63 cm L: 23 cm P: 18 cm 
    Peso: 4 kg
    Materiale: Sultura policroma in legno

  • Spedizione